Notizie

5 Gen 2016

Il 2016 dei Big Data

Da Weborama, Big Data, Data

Buon anno!!

Molti di noi si affacciano al 2016 con la voglia di scoprire come i Big Data permetteranno innovazioni sempre più sorprendenti che reinventeranno la nostra industry.

Ecco quelli che ci sembrano i trend emergenti più interessanti al riguardo:

 

1) L’avvento del Chief Data Officer

Anche nel nostro Paese, si affermerà questa figura professionale, necessaria per gestire il cambiamento ed elaborare la Data Strategy dell’azienda. Gartner prevede che, a livello internazionale, il  50% delle aziende di settori regolamentati avrà un CDO nel 2017, con la responsabilità di gestire tutti i data asset aziendali, con particolare riguardo agli aspetti legali ed etici.

Chief Data Officer

 

2) Strumenti sempre più “user-friendly” per elaborare i dati

La necessità di colmare il gap tra i “Data Scientist” e chi deve utilizzare i dati per prendere velocemente decisioni di business richiederà l’utilizzo di piattaforme in grado di rendere, anche in maniera visuale, le informazioni facili da consultare e da interpretare. La rappresentazione visiva dei sistemi di architettura di dati all’interno delle aziende renderà molto più facile per i manager  individuare e comprendere i giusti modelli e i processi di business.

Strumenti user-friendly

 

3) Real-Time data

La “finestra” per trasformare i dati in azioni sta diventando sempre più stretta e le aziende avranno bisogno di strumenti che consentono una rapida ingestione, elaborazione e riutilizzo dei dati. La capacità di estrarre informazioni da dati operativi in tempo reale è fondamentale per avere successo nel 2016. Più velocemente un’impresa riuscirà a ottenere insight dai dati, maggiore sarà il vantaggio su ricavi, riduzione dei costi e aumento dell’efficienza. Per farlo, è di fondamentale importanza avvalersi di una Data Management Platform all’avanguardia.

Real-time

Scopri di più sugli strumenti che Weborama offre per elaborare i dati e sulla sua Data Management Platform qui!